MICROpartner

Un RistoLab nasce con la mission di voler far degustare le specialità che l’artfoodirector Marco Stefanelli ha selezionato per gli opsiti del ristorante attiguo al DINETTEMICRO, il MICRO. Per avviare il laboratorio sperimentale è stata fatta in questi 5 anni di vita del MICRO una cernita non solo delle eccellenze gastronomiche mondiali, ma soprattutto per quanto concerne la qualità e la storia dei fornitori e dei partner di un progetto innovativo ed esclusivo come DINETTEMICRO.


L’ouverture di DINETTEMICRO® del 24 luglio 2018 è realizzata in collaborazione con Slow Food Italia – Condotta di Ravenna – Sezione di Cervia,  nella figura del funambolico Mauro Zanarini e i partner di progetto e fornitori esclusivi sono la spagnola Real Conservera Espanola per le specialità di mare internazionali, per le eccellenze francesi ILTAGLIERE e per le prestigiose bollicine Franciacorta l’Azienda La Valle®.

Marco ha deciso di dare vita in questo angolo di Cervia, con il MICRO® prima e con DINETTEMICRO® poi ad un nuovo movimento culinario romantico dove possono partecipare tuti i gastronauti dal palato sopraffino che ricercano specialità culinarie abbinate a vini e altre leccornie gastronomiche di prestigio.

Una MICROpresentazione dei nostri partner principali:

SLOW FOOD RAVENNA – Sezione di Cervia

DINETTEMICRO® e il MICRO® sono “Locali Amici” perchè sposano la filosofia di Slow Food, assieme ad altre diverse attività artigianali e commerciali del Comune di Ravenna hanno deciso di diventare amici dell’associazione. Si tratta di esercizi nei quali vengono realizzati e proposti prodotti enogastronomici di qualità. I soci Slow Food sono i benvenuti e con la tessera associativa hanno diritto a degli sconti sugli acquisti.

Già dal claim pubblicato sul sito ufficiale si intuisce la mission di questa condotta molto attiva nel panorama italiano La condotta di Slow Food Ravenna è una delle condotte di Slow Food nel mondo. Slow Food è un’associazione internazionale no profit che conta 100mila soci in 150 paesi del mondo organizzati in 1500 condotte locali (in Italia siamo 30mila soci organizzati in 300 condotte locali). Slow Food è una rete mondiale attiva nel cambiare la situazione attuale di produzione e commercializzazione alimentare, ridando il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi lo produce, in armonia con l’ambiente e gli ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Si propone di tutelare la biodiversità e le produzioni di piccola scala, di sviluppare l’educazione sensoriale e del gusto, di diffondere la cultura alimentare e di promuovere la qualità del cibo. Promuove il cibo buono, pulito e giusto: buono perché sano e piacevole dal punto di vista organolettico; pulito perché attento all’ambiente e al benessere animale; giusto perché rispettoso del lavoro di chi produce, trasforma e distribuisce il cibo. Valorizzano il lavoro di piccoli produttori mondiali attraverso il progetto Presìdi, che tutela le piccole produzioni locali, realizzate secondo pratica tradizionali.

http://www.slowfoodravenna.it/

 https://www.facebook.com/slowfoodravenna/

 


Real Conservera Espanola

Passione per il galiziano Rias – il regno di pesci, gabbiani, cormorani e instancabili rondini di mare prìncipi dopo tutto del mare e del cielo – l’Atlantico e il Golfo di Biscaglia. Real Conservera Española assume un impegno permanente per la qualità del prodotto. Alla Real Conservera Española arrivano pesci e crostacei esclusivamente dalla Galizia Rias e dall’Oceano Atlantico che dal Mar Cantabrico – un mare litorale dell’Oceano Atlantico che bagna la costa nord della Spagna e la costa nord-ovest della Francia – alimentati solo con cibi di qualità e catturati nella campagna nel punto ottimale per la loro produzione. Per questo motivo, ci sono 38 acquirenti, dedicati esclusivamente alla selezione del miglior pesce e frutti di mare in circa 74 corporazioni di pescatori lungo la costa. L’inscatolamento è fatto a mano, avendo cura delle dimensioni e del posizionamento manuale di ciascun pezzo nel barattolo. Mantenere intatti i processi tradizionali come l’essicazione di alcuni pesci utilizzando solo ingredienti di prima scelta è un dovere, una missione per la Real Conservera Española. Nel contempo l’innovazione è nel DNA di Real Conservera Española: ingegneria del XXI secolo applicata a un processo di oltre 100 anni. Con un impianto produttivo di oltre 3.400 metri quadrati, a pieno regime occorrono più di 140 dipendenti. Equipaggiato con la tecnologia più avanzata sia di macchinari che di mezzi tecnologi per il laboratorio, compresa l’HPLC e un gascromatografo, è stato riconosciuto come una punta di diamante in Europa da diversi specialisti del settore. La gascromatografia, nota anche come GC, è una tecnica cromatografica impiegata a scopo analitico. Si tratta di una tecnica di chimica analitica piuttosto diffusa, che si basa sulla ripartizione dei componenti di una miscela da analizzare tra una fase stazionaria e una fase mobile gassosa in funzione della diversa affinità di ogni sostanza della miscela con le fasi. In generale per cromatografia si intende un insieme di tecniche e metodi che permettono di separare una miscela complessa di molecole. HPLC è una tecnica cromatografica basata su un fase mobile fatta flussare grazie a delle pompe e una fase stazionaria solida impaccata in una colonna cromatografica. La differenza rispetto ad altre cromatografie liquide, è l’utilizzo di elevate pressioni, che permettono di separare miscele molto complesse in poco tempo. Il campione che si vuole separare è miscelato alla fase mobile e quindi trasportato in colonna a contatto con la fase stazionaria. La molecola a seconda della sua struttura chimica avrà una diversa “affinità” per la fase mobile e per la fase stazionaria. Maggiore è l’affinità per la fase stazionaria, maggiore è il tempo che la molecola ci metterà ad uscire dalla colonna. Il tempo impiegato dalla molecola ad uscire dalla colonna è chiamato tempo di ritenzione. Questa tecnologia non solo garantisce la massima qualità produttiva, ma soprattutto l’impegno per la sostenibilità e la cura per l’ambiente di un’azienda di prestigio come Real Conservera Española. Con il  packaging originale della retina all’esterno chiusa ai lati della confezione ecologica a forma elissoidale è scattata da subito l’attrazione per Marco e dopo aver scoperto il contenuto non poteva mancare tra le specialità delle scaffalature di DINETTEMICRO.

http://realconservera.com

https://www.facebook.com/REAL-CONSERVERA-ESPA%C3%91OLA-SL-177399935659026/


 

Il Tagliere

Il Tagliere S.r.l. nasce nel luglio del 1998, siamo una piccola azienda che crede nella formazione come strumento primario per la crescita, nella sfida al continuo miglioramento mettendosi positivamente in discussione, senza avere il timore di scoprire ragioni o torti. Amano vincere, confrontarsi, migliorarsi, muoversi in un team con la testa, con le braccia e con il cuore, senza lasciar nulla al caso né di intentato. A loro piace sentirsi parte di un gruppo sempre pronto a dare il meglio e a riconoscere che piccolo è BELLO oltre che faticoso! Con la nostra attività, sostenuta dalla passione e dalla professionalità di Manuela e Mauro, ci proponiamo di ricercare e selezionare, con entusiasmo e dinamicità, i prodotti migliori dell’enogastronomia europea per offrirli ad una clientela che predilige la qualità.      L’ obiettivo principale è di distinguersi offrendo : Qualità, Prezzo e Servizio.
Con questa presentazione Mauro e Manuela non potevano che diventare i nostri migliori alleati nella ricerca e fornitura garantita di specialità francesi come formaggi e confetture di micro confezioni, perchè anche noi di DINETTEMICRO siamo convinti che “piccolo sia BELLO oltre che stimolante, non faticoso: MICRO!”

https://www.iltagliere.it/

https://www.facebook.com/iltaglieresrl


Franciacorta l’Azienda La Valle®

L’Azienda La Valle®, della famiglia Pezzola, si trova a Rodengo Saiano, nel cuore della Franciacorta, in una bellissima zona collinare, particolarmente vocata per la viticoltura, vicino alla celebre Abbazia Olivetana dell’XI secolo ed a pochi Km di distanza dal lago d’Iseo e da Brescia, in Lombardia. Deve il suo nome al principale terreno dell’Azienda, denominato La Valle®, acquistato dagli antenati nel lontano 1890, come testimonia un atto notarile di quel tempo e da sempre coltivato a vite.
Nel 1990 Eugenio e Giulia Pezzola creano l’Azienda La Valle®, per la produzione esclusiva delle prestigiose bollicine Franciacorta, e la dedicano al padre Giovanni ed allo zio Innocenzo, particolarmente legati a questi luoghi.
I vigneti storici dell’Azienda, amorevolmente coltivati, tra cui La Valle®, “Roccolo”, “Bredina”, “Tesa”, godono di un’esposizione e di un microclima straordinari ed unici e donano uve speciali dai nobili vitigni: Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero; uve ricche di aromi, profumi e sapori. Nel 1993 escono le prime 3.000 bottiglie di Millesimato, alcune delle quali ancora gelosamente custodite. Negli anni successivi, la collaborazione dei figli, l’amore per la terra, per le sue uve, e la consulenza di prestigiosi enologi, tra cui Jeanne Pierre Valade, hanno reso La Valle® un marchio, conosciuto e consolidato, di Franciacorta di qualità e di nicchia. Originali sono i nomi in latino dati ai vini, come “Primum”, “Naturalis”, “Regium”, “Zerum”, quasi a voler evocare tempi lontani, in cui il vino era il protagonista di vere e proprie feste. Alla cantina storica, vecchia e suggestiva, all’interno del caratteristico cascinale di famiglia del ‘400, luogo di silenzi, pace e tranquillità, in cui riposano e maturano i preziosi vini Millesimati e le esclusive Riserve, ed ora destinata anche ad accoglienza, visite guidate, degustazioni ed eventi del mondo del vino, La Valle® aggiunge nel 2010 una nuova cantina, modello di innovazione e tecnologia, dedicata principalmente alla produzione ed alla vinificazione. Poesia e tecnica, si fondono così in due ambienti profondamente diversi, in cui passato e futuro si incontrano, quasi mostrando, l’uno all’altro, il proprio indiscusso ed assoluto fascino di creare un’opera d’arte. La Valle®, un mondo da scoprire, che avvolge ed incanta, regalando sensazioni uniche ed indimenticabili. Marco ha scoperto e apprezzato questo mondo da subito e pur rimanendo un grande estimatore dello Champagne è convinto che le bollicine Franciacorta possano arrivare lontano.

Il Franciacorta è stato il primo brut italiano, prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia, ad avere ottenuto nel 1995 la Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Oggi le sue etichette recano solo la denominazione Franciacorta, unico termine che definisce il territorio, il metodo di produzione e il vino. Solo 10 sono le denominazioni che in tutta Europa godono di tale privilegio e di queste sono solo tre i prodotti ottenuti con la rifermentazione in bottiglia: Cava, Champagne e Franciacorta. Il Franciacorta è prodotto con uve Chardonnay e/o Pinot nero. È consentito anche l’uso del Pinot bianco fino ad un massimo del 50% dell’uvaggio. Come ogni vino di qualità i tempi e i metodi di produzione sono lunghi, meticolosi e precisi.  Nelle vigne della Franciacorta si producono al massimo 100 quintali di uva per ettaro delle tipologie Chardonnay, Pinot nero e Pinot bianco. Dopo la vendemmia, fatta esclusivamente a mano, i grappoli integri vengono trasportati in cantina, dove il raccolto di ogni vigneto viene vinificato separatamente: questo è quel rispetto della tradizione che garantisce al prodotto finale una qualità garantita e che fa esaltare i sapori e i profumi delal cucina internazionale dei menù di DINETTEMICRO e del MICRO.

http://www.vinilavalle.it/

https://www.facebook.com/vinilavalle/


Magma nasce nel 2014 dall’unione di svariate idee, di quelle che escono dalle chiacchierate tra amici al pub. Gli amici in questione sono tre, tutti con storie interessanti e legate a mondi anche totalmente differenti.
Dietro a Magma infatti ci sono: Alex Montanaro, ottico di professione, ma appassionato da sempre di musica e arte; Enrico Minguzzi, quello che dei tre già al tempo era “attivo” nel mondo artistico, lui era l’artista, il pittore; a chiudere il trio Ambrogio Sarni che nel 2014 faceva il DJ, ma che si sentiva oramai nauseato proprio da determinati contesti e dai soliti banali eventi, tutti uguali e omologati, tanto da non sentirsi più rappresentato da quel panorama. Lui, insieme agli altri, voleva far nascere qualcosa di diverso, qualcosa di nuovo, di diametralmente opposto alla classica serata “dance floor”.

12734286_807639019362435_4532101812053364673_n
MAGMA_logo

Il filo conduttore per i tre era il desiderio di organizzare eventi nuovi, appunto, che mettessero al centro le diverse arti performative. Ma non era solo questo.
L’idea era quella di legare questi eventi a delle location affascinanti, interessanti, con una storia da riscoprire, con l’obiettivo di creare qualcosa di magico in cui l’importanza non veniva data solo al contenuto, all’evento in sé, ma anche al suo contenitore, alla location, quasi come se la vera bellezza dell’evento fosse l’affascinante fusione tra le due cose.

 

All’inizio Magma nasce quasi per gioco: si cercano spazi, si organizzano eventi con qualche esposizione e dj set, si invita qualche amico e ci si gode un mix di luoghi, arte e musica sperimentale. Poi dalla prima collaborazione tra il collettivo e l’amministrazione di Cervia nasce quel famoso evento a Torre San Michele, un successone a livello di presenze e di impatto mediatico e da quel momento le cose si sono fatte sempre più in grande.
A poco sono servite le futili polemiche del giorno dopo, se non a rinforzare la collaborazione tra amministrazione e Magma. Per rispondere alle critiche infatti, il Comune di Cervia si rivolge nuovamente al collettivo con l’obiettivo di organizzare un evento per riaprire e valorizzare il Magazzino Darsena. Ed è qui che si arriva a “L’Evento”.

Magma e Modulo Fest oggi e domani

Si arriva quindi ad oggi e se Magma è cresciuta tanto lo sideve non solo ai tre fondatori,

ma alla passione e alla collaborazione di un gruppo di 10-15 persone che oggi all’interno

del collettivo si attivano costantemente per organizzare, “fare” e supportare

l’associazione. Dietro Magma, un’associazione culturale senza scopo di lucro ci sono tanti

giovanissimi (under 35), tra studenti e lavoratori che nella vita fanno altro per vivere, ma

che sono mossi dalla passione e dalla voglia di supportare e portare avanti un progetto

tanto ambizioso.

E a proposito di ambizioni, si è detto che il Modulo Fest è un evento diverso. Di “nicchia”?

“L’ambizione del Modulo Fest e di Magma in generale è quella dell’inclusione e della

condivisione”, amano sottolineare i fondatori. All’interno del panorama culturale

italiano in cui, purtroppo, troppo spesso si assiste ad una tendenza quasi di esclusione ed

egoismo quando si tratta di eventi culturali o legati al mondo dell’arte, quasi a voler

delineare una linea netta tra chi può partecipare e chi no, Magma vuole andare del tutto

controcorrente.

Ciò che spinge l’associazione a organizzare un evento come il Modulo Fest è la voglia di

includere più persone possibili e di condividere una passione comune.

Un’inclusione che si manifesta nell’eterogeneità del pubblico del Modulo Fest di oggi; un

pubblico composto da chi è appassionato alla musica, il contenuto; da chi è interessato a

scoprire i luoghi che ospitano l’evento, ammirando così fascino e storia del contenitore;

fino a chi segue Magma incondizionatamente per ciò che ha fatto e continua a fare oggi.

https://www.facebook.com/MAGMAitalia

http://www.magma.zone

“Chi dice romantico dice arte moderna, cioè intimità, spiritualità, colore, aspirazione verso l’infinito espresse con tutti i mezzi che le arti offrono”. [Charles Baudelaire]

Seguite la cucina di Marco Stefanelli

#DINETTEMICRO  #MICROitalia  #DINETTEMICROouverture   #MICROspecialità

DINETTEMICRO®

micro degustazioni di grandi piatti